Arts & Culture

LP

Un'intervista a Laura Pergolizzi in arte LP che si racconta per le pagine di MW

LP raccontaci quando, e perché, hai iniziato a cantare e fare musica?

Io, in realtà, non so il perché, forse solo perché mi diverte.

Quali sono gli strumenti, oltre alla chitarra, che usi per suonare?

Solo la mia chitarra e l’ukulele.

Provieni da una famiglia di musicisti?

Non proprio. Mia madre cantava l’opera, ma non professionalmente. Mio nonno suonava un po’ il pianoforte.

Quali musicisti famosi ammiri? E spiegaci il perché?

Sono molti. Roy Orbison, i Beatles e gli Stones come puri geni nello scrivere i testi delle canzoni. Mentre i Led Zeppelin, Jeff Buckley, Joni Mitchell, Nirvana… per le grandi canzoni e per le loro voci interessanti e dinamiche.

Ti capita di essere nervosa prima di una performance?

Non spesso. Sono però le dirette televisive a rendermi più nervosa.

Con quale frequenza, e per quanto tempo, di solito passi in sala prove?

Non abbastanza spesso, perché a volte siamo molto occupati. Questa è la parte che mi piace di meno, perché a volte siamo in tour e ci vuole una settimana per sentirmi davvero a mio agio.

LP tu insegni musica?

No, non insegno musica.

Lo strumento musicale che si suona influenza il genere musicale della persona che poi si esibirà?

Penso che a volte, sì lo strumento influenza il genere. Basta una chitarra acustica, a volte, a condurti verso vecchie melodie. Tuttavia, alcune persone sono brave a sorprenderti con nuove sonorità prodotte dallo stesso vecchio strumento.

Quali competenze / attributi personali sono più importanti per avere successo?

La capacità di credere in se stessi e in ciò che si fa, non è importante quello che dice la gente, ma è anche vero che ti aiuta molto. Tu troverai sempre degli oppositori e della gente che non riesci a “calamitare”. Principalmente la perseveranza di mente e corpo è la chiave giusta, a mio parere.

Se dovessi fare tutto da capo, sceglieresti ancora questa carriera? Oppure faresti qualcosa di diverso?

Ah sì, lo farei di nuovo. Non vorrei sfidare troppo me stessa riflettendo su cosa la gente pensa e vorrei provare a preoccuparmi meno, ma a parte questo nient’altro. Ho accettato ufficialmente questo viaggio. Di recente, ho sentito un pensiero: le cose accadono “per te, non a te” e non potrei essere più d’accordo. La vita deve essere vissuta così, anche se a volte è difficile.

Che cosa ti ha spinto a scrivere canzoni?

L’ingenuità e la magia. Ah, e la passione, naturalmente.

Segui una “formula” quando scrivi le tue canzoni?

No, cerco solo di sentire come suona una melodia, o il suo testo, ed è così forte quello che provo che è come se si legasse a me, alla mia mente e alla mia anima.

Quale delle tue canzoni è la tua preferita, e perché?

Io cambio spesso, e i miei entusiasmi cambiano in continuazione, in accordo con i miei stati d’animo. Quando ho scritto “Forever for Now” mi sono sentita molto coinvolta perché l’ho dedicata a mia madre (che è scomparsa) e l’ho creata per il suo compleanno e in quel momento la sentivo intorno a me ed è stato un bel momento.

Quando hai realizzato l’album “Lost on You”?

È iniziato tutto nell’estate del 2014, ma è continuato fino a tutto il 2016.

C’è qualcosa di te in “Lost on You”?

Sì, tutto.

foto3 LP

LP passiamo alle tue ultime canzoni... qual’è la storia dietro “Lost on You”, “Other People” e “Tightrope”?

“Lost on you” e “Other people” mi stanno aiutando ad affrontare la fine del mio rapporto con la mia ex. Mentre “Tightrope” è più sulla mia nuova relazione e la mia vita attuale e spero che possa farla funzionare… non si sa mai.

Quante date ci sono nel tuo tour internazionale 2017?

Dovrebbero essere 60 o giù di lì… per ora.

LP passiamo a qualche domanda più personale. Quali sono le cinque cose con cui non puoi vivere senza?

Il mio amore. Il mio cane. I miei amici. Il mio tappetino yoga. I miei esercizi vocali. Descrivere il colore nero a qualcuno che non l’ha mai visto. Tutto in un unico luogo e allo stesso tempo. È bellissimo.

Qual è il tuo ricordo d’infanzia preferito?

Il sorriso di mia madre.

Cosa fai nel tuo tempo libero?

Sto con gli amici e faccio yoga

LP come hai incontrato Lauren, la tua ragazza? È stato amore a prima vista?

Sì lo è stato. Lei è stupefacente, in molti modi, ci siamo incontrati l’anno prima di iniziare la nostra storia, durante uno show, senza alcuna tensione romantica. Lei era molto dolce e mi ricordo di essere rimasta affascinata da “wow”, solo questo. Poi, esattamente un anno dopo, la incontrai in giro da qualche parte, è stata una sorpresa per me. Lol

Se potessi tornare indietro nel tempo, una sola volta, e cambiare una sola cosa - che cosa sarebbe?

Che Trump perdesse le presidenziali.

Hai mai pensato di utilizzare la musica per trasmettere un messaggio politico?

Non ci provo, è troppo difficile pensarci. Se dovesse succedere lo farei. Penso che essere me stessa completi il mio punto di vista.

LP se tu fossi il presidente degli Stati Uniti, cosa faresti come prima cosa?

Vorrei assicurarmi che tutti sappiano e conoscano i danni del cambiamento climatico, è una cosa reale e agirei di conseguenza, il più presto possibile.

LP raccontaci le migliori e le peggiori differenze tra gli Stati Uniti e l’Italia ...

Il caffè è la cosa migliore in Italia, e il cibo.

Lost-On-You-Album LP

LP

Previous post

SABATINO CERSOSIMO. CONVERSATION PIECE

Next post

DEEP SPRINGS

The Author

Magio

Magio