Arts & Culture

GUSTAVO CHAMS

Forme astratte in un turbinio di emozioni.

Gustavo Chams è un artista brasiliano che risiede a Vancouver in Canada con alle spalle un background tra fotografia e graphic design. Ha ottenuto la sua prima copertina e pubblicazione su una rivista di moda all’età di soli 17 anni. Il fil rouge che caratterizza il lavoro di Gustavo è un’omogeneità sinuosa che esplora la più profonda estetica dell’essenza umana. Il suo lavoro è spesso visto come significativo, politico e innovativo.

Pandemonium è un turbinio di emozioni e sensazioni visive in cui l’esplorazione del singolo corpo viene messo in relazione ad altri corpi.

Pandemonium_I_2-1 GUSTAVO CHAMSPandemonium_I_3 GUSTAVO CHAMS

Texture di carne, in un vortice di sentimenti ed emozioni questi corpi si assemblano, si modificano, diventano una cosa sola. Citando l’opera di Boccioni: Forme uniche nella continuità dello spazio.

Come nei miti greci rinascono e rivivono in nuove forme per diventare qualcos’altro. Il mutamento diventa un’esigenza di sopravvivenza nello spazio circostante. Moderni Ermafroditi che si fondono per diventare qualcosa di unico, un corpo solo e nuovo nella sua esegesi.

Come esseri affamati dell’uno e dell’altro, il caos fenomenologico segue una sua logica interpretativa e strutturale come nell’universo. In una caleidoscopica sessualità e nudità, i corpi vengono mostrati, fusi, combinati per creare forme astratte in uno spazio in continuo movimento, roteanti come i corpi celesti nella Notte stellata di Vincent van Gogh.


Pandemonium


Photography and Collage: Gustavo Chams
Make up Artist: Je Cavalcante
Performers: Alex Moura, Emanuel Ventura, Luiza Guimarães Dequech, Marcelo D’avilla, Marcio Hardt, Marco Antonio Rodrigues de Sousa, Marcos Mortara, Rafael Lima Oliveira, Rodrigo Spavanelli, Thiago Camacho, Thomas Muciaciito da Rocha

Instagram @gustavochams

 

Previous post

BETTINA RHEIMS

Next post

JAMES NACHTWEY. MEMORIA

The Author

Redazione

Redazione