Arts & CultureExhibitions

CONTEMPORARY CLUSTER #02 FEAT. MUSTAFA SABBAGH

Roma – Contemporary Cluster - dal 28 - 01-2017 al 15-04-2017

Guest artist di Contemporary Cluster, il nuovo spazio inaugurato nella Capitale e dedicato all’arte contemporanea, dove discipline che spaziano dall’arte, all’architettura, alla musica, alla gioielleria e al design dialogano e si confrontano su quello che è l’esaltazione del processo creativo, Mustafa Sabbagh, reduce dalla sua prima mostra antologica a Palermo e dal trionfo della pièce teatrale dedicatagli dalla trentennale compagna performativa NèonTeatro, esporrà oltre a Onore al Nero, serie fotografica che lo ha reso famoso nel panorama artistico internazionale, alcuni lavori inediti e concepiti apposta per l’evento, in un intreccio di collaborazioni multidisciplinari che tradurranno la visione artistica di Sabbagh in una serie di produzioni che ne condividono lo spirito e la poetica.

L’arte è malattia. Un virus che infetta, un profumo che si inietta, il cortocircuito di una sedia elettrica, innescato da una carica erotica, Eros + Thanatos. Magnificat di una paralisi temporanea: un collare ortopedico diventa crisalide, L’elettroshock vivificatore di una sinfonia che indaga il dolore, composta dall’Artista Totale e remixata in groove electrodub. Denso, ancestrale, come un moto ondoso; perché l’Arte, quella vera, è Nera.

Sabbagh non si sottrae alla sfida, che lancia innanzitutto contro se stesso, per uscirne vincitore certo e fiero vinto, Guaritore Ferito e portatore sano. Perché l’arte, quando è dentro è malattia.

Mustafa-Sabbagh-1024x768 CONTEMPORARY CLUSTER #02 FEAT. MUSTAFA SABBAGH

Mustafa Sabbagh nasce ad Amman (Giordania). Italo-palestinese, allevato tra l’Europa ed il Medio Oriente, l’imprinting è cosmopolita, l’attitudine è nomade.

Già assistente di Richard Avedon e docente al Central Saint Martin College of Art and Design di Londra, dopo una brillante carriera come fotografo di moda riconosciuta dai magazines più prestigiosi del mondo, Sabbagh decide di concentrare la sua ricerca nell’arte contemporanea per mezzo della fotografia e della video-arte, attraverso una sorta di contro-canone estetico dove il puntctum è la pelle – diario dell’unicità individuale.

Spesso protagonista di interviste e documentari che indagano nelle sue visioni, nel 2013 Sky Arte HD, attraverso la serie Fotografi, lo ha eletto tra gli 8 artisti più significativi del panorama nazionale contemporaneo.

Ad oggi Mustafa Sabbagh è stato riconosciuto, da uno storico dell’arte e della fotografia quale Peter Weiermain, come uno dei 100 fotografi più influenti al mondo, ed uno dei 40 ritrattisti di nudo – unico italiano – tra i più rilevanti su scala internazionale.

 

informazioni utili

Contemporary cluster #02feat. Mustafa Sabbagh
Roma – Contemporary cluster Cohouse del Pigneto – via Casilina Vecchia 96/c

Partners
Scent design
Luca Maffei per AFM – atelier fragranze Milano (naso) Francesca Gotti – packaging design Giacomo Bonaiti – packaging Glebanite Tommaso Cecchi De Rossi – packaging Cuoio
Jewel design Paolo Mangano
Furniture design Retropose
Sound design Claudio Coccoluto

Previous post

ARTICO ULTIMA FRONTIERA. FOTOGRAFIE DI PAOLO SOLARI BOZZI, RAGNAR AXELSSON, CARSTEN EGEVANG

Next post

OLUCE CON SONORA

The Author

Redazione

Redazione