LifeStyle

Self Container

A volte il confine tra arte e design è veramente labile

“A volte il confine tra arte e design è veramente labile, forse la differenza la fa il contesto finale in cui si presenta un’opera.”

Ci racconta Marcantonio Raimondo Malerba, autore dell’opera.

“Ho realizzato questo pezzo partendo da un’idea di mobile, riflettevo sulla funzionalità degli oggetti e allo stesso tempo ironizzavo sulla negazione della funzionalità stessa.

Self Container è un oggetto non più al nostro servizio: in questo processo di umanizzazione l’oggetto perde la sua funzionalità, il nome è abbastanza esplicativo, è un contenitore ma è in grado di contenere solo se stesso.

Un pò come noi. Anche nella sue realizzazione ho seguito i canoni della falegnameria e come in un armadio che si rispetti il cuore pulsa, scorrendo avanti e in dietro come un cassetto, le costole e i polmoni sono apribili come delle ante, e anche il resto degli organi, tutti in legno, sono completamente mobili.

Per opposto una volta ho calcato il mio assistente e l’ho ristampato come una piantana, in quel caso fu una persona a diventare oggetto.”

Previous post

Art in a Bottle: Amazing Lang Lang

Next post

La Piaz

The Author

Redazione

Redazione