LifeStyle

Hibrid vases

Animali nuovi che si servono a vicenda esattamente come è nella natura

Disegnati dal designer olandese Bas van Beek, che nelle sue opere predilige un approccio concettuale all’interno del design olandese contemporaneo, entrando anche in conflitto con coloro che la pensano diversamente. Il suo lavoro è così all’avanguardia da essere incluso nella collezione del Museo Boijmans van Beuningen di Rotterdam.

Gli Hybrid vases creati per la Pols Potten nel 2008 sono la sua prima collezione commerciale e sono un nuovo modo di vedere l’universo animale. Animali nuovi che si servono a vicenda esattamente come è nella natura, tutti e due hanno bisogno l’uno dell’altro per la propria sopravvivenza: il lupo predatore con la sua preda, il capriolo.

Le due teste, una a forma di annaffiatoio che dona l’acqua e l’altra di vaso che la riceve come a dissetarsi. Ad arricchire gli oggetti l’ oro e l’argento, i metalli preziosi più affini per eccellenza.

Due bellissimi pezzi di arredamento surreali che, posti davanti ad essi, riescono a spiazzarci ponendoci qualche domanda su un possibile futuro ibrido, ma che ci riportano però alla conclusione finale della realtà: che siamo animali o persone, predatori o prede, abbiamo sempre bisogno dell’altro, perché siamo animali sociali e la solitudine non ci appartiene.

Previous post

"Dead sexy"

Next post

Zola Jesus

The Author

Redazione

Redazione