LifeStyle

FerroWine, la biblio-vineria

Vini come libri d’autore, presentati come in una biblioteca

Castelfranco Veneto, un’antica città murata in provincia di Treviso. Un castello medievale, la casa del Giorgione e ricchezze gastronomiche: dal radicchio ai vini, ed è di quest’ultimi che nel novembre del 2014 che nasce FerroWine.

Attraverso il progetto dell’architetto Luca Fanton, dello Studio Frasson & Fanton, specializzato in progettazione edilizia, arredamento d’interni e design, l’eclettico designer Antonio Frasson, maestro scenografo presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, e l’architetto Bernardino Baesso, esperto di edilizia e urbanistica, architettura d’interni, design.

FERRO_a_0183-1024x854 FerroWine, la biblio-vineria

Vini come libri d’autore, presentati come in una biblioteca. Scaffali che ospitano bottiglie in un mix di rigore geometrico e atmosfere calde date dal legno e dalle lampade che pendono dal soffitto. Molto scenografica la scala a chiocciola che conduce al ballatoio che corre tutt’intorno.

All’esterno i volumi della struttura sono scanditi da colonne e vetrate che alleggeriscono la visione totale dell’edificio e che alla sera, quando le luci interne si accendono, regalano una seducente visione. Protagonista è sicuramente la luce.

FERRO_a_0380-683x1024 FerroWine, la biblio-vineria

Le soluzioni illuminotecniche della Linea Light Group con luci a LED a basso consumo cogniugano sostenibilità ambientale e versatilità funzionale, creando atmosfere di grande suggestione. FerroWine è molto più di una semplice enoteca. È un’esperienza visiva e sensoriale che non si ferma alla sola vendita di vini, liquori e birre.

 

Previous post

Safe-t, Estintori cool

Next post

Visuals

The Author

Redazione

Redazione