LifeStyle

Skull Chair & Ottoman Brain

Tutti sanno che devono morire, ma a nessuno piace che glielo si ricordi

Realizzato assieme alla Skull Chair nel 2008 dal designer olandese Vladi Rapaport, l’Ottoman Brain riesce a rendere unico e scioccante qualsiasi interno. Prendendo ispirazione dalle vanitas delle natura morte del XVI e XVII secolo gli arredi, cercando di prendere in giro la serietà della vita.

La Skull Chair è realizzata in fibra di plastica rinforzata e la si può trovare anche in versione impiallacciata in legno verniciato. L’Ottoman Brain è disponibile come aggiunta alla sedia per rendere più confortevole il relax e la meditazione su di essa. Realizzata in poliuretano espanso e in pelle, le sue morbide contrastano perfettamente con le curve definite e lineari della sedia.

Entrambi eleganti e stimolanti nella loro semplicità non passeranno assolutamente inosservati in qualsiasi tipo di ambiente,e non solo per i materiali di lusso e per via del loro messaggio così semplice e quasi scandaloso: perché tutti sanno che devono morire, ma a nessuno piace che glielo si ricordi.

 

Previous post

Due cuori e un igloo

Next post

Safe-t, Estintori cool

The Author

Redazione

Redazione