LifeStyle

HANNO IL GORILLA

Coraggioso, forte e curioso esattamente come il suo omonimo, malleabile in svariate pose, i suoi muscoli farebbero invidia a un bodybuilder. Anche in versione Junior, che pur non essendo grande come il “fratellone” sicuramente è altrettanto forte.

Paese che vai gente che trovi, e deve averne vista tanta il navigatore cartaginese Annone durante il suo viaggio, tra la fine del VI e l’inizio del V secolo a. C., che lo portò a circumnavigare terre sconosciute per il rafforzamento delle colonie già esistenti e la fondazione di quelle nuove.

Un’avventura che dalla Spagna e dal Portogallo lo spinse oltre le Colonne d’Ercole in Marocco, Mauritania, a Capo Verde e fino all’isola di Malaos nel golfo di Guinea.

Ed è qui che avvenne il famoso incontro tra Annone e i gorilla che egli descrisse come donne dal corpo peloso, che mordevano, graffiavano e si arrampicavano sugli alberi, lanciandogli contro quello che avevano sottomano. Da quel fortuito occasionale incontro ecco che nello Studio David Weeks nasce Hanno il Gorilla.

Coraggioso, forte e curioso esattamente come il suo omonimo, malleabile in svariate pose, i suoi muscoli farebbero invidia a un bodybuilder. Anche in versione Junior, che pur non essendo grande come il “fratellone” sicuramente è altrettanto forte.

 

Previous post

TREE IN THE HOUSE

Next post

THE PARROT PARTY by LIadrò

The Author

Redazione

Redazione