LifeStyle

SERGE LUTENS E MARRAKECH

Amore tra Occidente e Oriente.

Città vivace e affascinate, Marrakech è la più importante delle città imperiali del Marocco. È la piazza Djemaa el Fna il suo cuore pulsante dove si possono incontrare acrobati, incantatori di serpenti, musicisti e ballerini, cantastorie e teatrini popolari. Marrakech è, inoltre, il fulcro del commercio del Marocco e tra le strade a labirinto della Medina si possono trovare circa 20 souq dove passeggiare e vedere le innumerevoli merci in vendita, dai tappeti berberi fatti a mano ai cappelli di lana di vari colori tutti naturali, dalle cromatiche spezie ai cestini artigianali ai profumi che evocano antiche e mirabolanti racconti del passato.

È in questa caleidoscopica città che Serge Lutens, il più famoso Mastro Profumiere, trova l’ispirazione per creare fragranze raffinate e ricercate, esclusive ed indimenticabili.

2.-Serge-Lutens_Portrait SERGE LUTENS E MARRAKECH

Serge Lutens nasce il 14 Marzo 1942, a Lille, nel nord della Francia. Nel 1956, a soli 14 anni, viene assunto come apprendista in un salone di bellezza della sua città natale, dove vive un periodo che egli stesso descriverà come cruciale per la sua idea di bellezza e femminilità. Si afferma la sua particolare predilezione per il colore nero, fonte d’ispirazione, che non lo lascerà più.

Rafforza il suo gusto estetico e le sue scelte stilistiche iniziando a scattare foto alle amiche. A 18 anni, nel 1962, si trasferisce a Parigi. Nei suoi primi anni parigini  Serge Lutens contatta la rivista Vogue, pubblicazione che venera e considera l’incarnazione della bellezza. Ebbe la fortuna di collaborare con illustri personaggi della fotografia come Guy Bordin, Richard Avedon, Bob Richardson, Irving Penn e con le più belle modelle del mondo (Twiggy, Marisa Berenson).

Grazie al suo talento innato le riviste di moda: Elle, Jardin des Modes, Harper’s Bazaar lo sollecitarono costantemente a collaborare con loro. Nel 1967, Christian Dior, sta per lanciare la sua linea di maquillage e sceglie Serge Lutens come direttore artistico del make up e “image maker” delle campagne pubblicitarie della maison francese.

serge-lutens SERGE LUTENS E MARRAKECH

E’ in questo periodo che prendono vita le affascinanti donne “lutensiane” messe in posa come splendide farfalle lunari. Il successo è clamoroso. Serge Lutens diventa il simbolo di una libertà creata attraverso il trucco per tutta una nuova generazione. Nel 1974, affascinato dal mondo del cinema e dalle leggendarie attrici del grande schermo, gira il cortometraggio “Les Stars” ed espone le sue opere fotografiche nei musei più importanti del mondo. Durante questo periodo, nei suoi numerosi viaggi, scopre il Marocco e il Giappone.

La lettura continua

Leggi tutto l’articolo su Noseer

Previous post

HASSELBLAD X1D

Next post

MARIO GIACOMELLI. LA COLLEZIONE DELLA CITTÀ DI LONATO DEL GARDA

The Author

Manuela Blandino

Manuela Blandino