LifeStyle

Jackie Tsai e Mineheart

La Cina è sempre più vicina.

Il mondo sta cambiando. La globalizzazione ha avviato un percorso di collisione culturale tra Oriente e Occidente, lasciandoci con infinite possibilità per quello che potrebbe crearsi in futuro.

In questo evolversi, da questa giustapposizione di idee e stili, nasce una collaborazione audace e inusuale: quella tra Jackie Tsai e Mineheart. Una rivoluzione grafica che è riuscita a fondere l’intricata tradizione artistica cinese con la più politicamente e influente pop art, creando una collezione di mobili non solo belli ma anche intellettualmente impegnativi.

Nato in Cina, la carriera stellata di Jackie Tsai come artista si estende da Shanghai a Londra, dove ha iniziato a collaborare con i designer britannici Brendan Young e Vanessa Battaglia, fondatori di Mineheart. Entrambi – Tsai e Mineheart – possiedono una creatività propria, condividendo ambedue la visione e un desiderio di contrasto e audacia nel ridefinire i canoni classici di bellezza in quest’epoca moderna.

peony_cocktail_cabinet_brassleg_hires Jackie Tsai e Mineheart

La risposta su come la cultura cinese e occidentale possa arricchire l’un l’altro artisticamente ce la fornisce il Save Empress Wu Cabinet, che come una meravigliosa favola multiculturale mai scritta, arricchisce la casa con un tocco di classico e moderno. A prima vista, le ante del mobile richiamano le intricate lavorazioni degli acquerelli tradizionali cinesi, ma osservando con più attenzione i dettagli si noterà che accanto a una pletora di personaggi mitologici cinesi e americani, l’imperatore Wu viene salvato da Tarzan.

skull_cabinet300dpi Jackie Tsai e Mineheart

Il famoso cranio floreale di Tsai, originariamente progettato per Alexander McQueen, appare in tutta la collezione rivitalizzato e rielaborato per un nuovo pubblico globale. Concepito come una metafora per la rinascita per combattere la superstizione cinese sulla morte, l’immagine del teschio questa volta muta, rivolgendo con accenni industriali la sua attenzione alle immagini teologiche occidentali e all’iconografia tradizionale religiosa.

press_gamblingskull_rug_location-1 Jackie Tsai e Mineheart

Il Gambling Skull stampato sul tappeto o sul tavolino sono altrettanto provocanti, unendo gli ideali cinesi di bellezza, ricchezza e prosperità a un arredamento che stupisce e lascia senza parole.

Ma se dovessero essere troppo impegnativi, la collezione vanta anche una selezione di arredi più semplici per compensare alcuni dei pezzi più eccentrici, come i delicati uccelli che richiamano le decorazioni in blu della ceramica tradizionale cinese del lampadario Peony Play o gli Peony Play Settee, eleganti e morbidi cuscini da sofà che combinano estetica cinese e silhouette occidentale.


Questa nuova collezione è assolutamente unica poiché possiede una storia tutta sua. Ogni singolo articolo è un insieme di storie e significati, arricchito da un fascino visivo che da tempo mancava negli arredamenti moderni e che emozionano e comunicano qualcosa a ognuno di noi.

 

Previous post

Steve McCurry. Mountain Men

Next post

THE UNCONFORTABLE

The Author

Redazione

Redazione